AUMENTO O NON AUMENTO? AUMENTO OVVIAMENTE

Oggi 31 gennaio finisce gennaio. Bene che scoperta volpe. Per chi si diletta a viaggiare in treno deve fare l’abbonamento, in caso di pendolarismo. Alla macchina sparabiglietti della stazione c’era però qualcosa che non mi tornava al monento del pagamento. Il prezzo. 119,00 in gennaio 120,00 in febbraio. Ma come? Non avevano detto che i prezzi rimanevano immutati?

Poi leggo che l’aumento per i pedaggi autostradali, ma non avevano detto che toglievano la concessione ai privati per statalizzare e mettere in ordine la rete autostradale? Dicevo gli aumenti scattano a luglio giusto in tempo per le vacanze estive risicate e costosissime dei poveri lavoratori italiani. E solitarie, viste l’aumento sproporzionato di gente sola. Per scelta o per sfiga sempre sola è. Ma questo è un’altra storia.

Grazie Trenitalia o chi per te per l’euro che mi/ci freghi per alimentare le tasche dei potenti e dei magna magna ladri di regime. Sicuramente i ritardi continueranno ad esserci solennemente e gli scioperi pure.

Buon viaggio!

Annunci

2 pensieri su “AUMENTO O NON AUMENTO? AUMENTO OVVIAMENTE

  1. C’è da dire, però, che andare in vacanza non è mica obbligatorio, e lo è ancora di meno quando si è “dei poveri lavoratori italiani”.
    Però abbiamo sempre traffico chilometrico, sempre alberghi pieni, sempre gente che si comporta come se tutto andasse benissimo.

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...