10 CENTESIMI PER I TUOI PENSIERI

La donna seduta davanti a me scrive, scrive, sembra nervosa. Guarda nell’oscurità, fuori dal finestrino del treno, sono le 19 è buio, ancora per poco. 10 cents per i tuoi pensieri. Forse non si è accorta di me, non mi vede, non può farlo neanche se mi guardasse veramente. Quante volte abbiamo fatto un viaggio immersi nei nostri pensieri e una volta giunti alla metà non abbiamo visto nulla? Io spesso, sto cercando di rimediare.

Il treno è pieno, la gente sta in piedi, scende a stazioncine di paesetti sparsi per la campagna sterminata. Nessuno guarda nessuno, gli occhi sono annebbiati di stanchezza e di problemi. Con gli auricolari non ti ascoltano. Ma io li guardo, mi piace osservare.

Nel buio della sera si accende la consapevolezza del qui e ora. Che bello tutto intorno.

10 cents per i miei pensieri, anzi no, li do gratuitamente: pace!

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

Rispondi