UNA MANGIATA IN TRENO

Cattive abitudini alimentari nel paese della dieta mediterranea.

Capita che….salendo su una carrozza del treno piena di scritte di writers che cancellano la vista sull’amatissimo paesaggio contadino, la prima cosa che mi ha colpito è stato l’odore di fritto. Va beh, penso, mi siedo e cerco di leggere avanti la Montagna incantata di Thomas Mann, un auto imposizione. Ma…

…Un rumore di mascelle e cibo triturato rompe il monotono tutumm tutumm del treno e solito rumori già descritti in altre storielle.

Sbiricio e riflesso nel vetro offuscato dai writers, un omone affonda una mano tipo pala meccanica in un pacco di patate snacks extrasize. Accanto una scatola contenente due hamburger oversize di una celebre catena alimentare. CRUNCH SBUFF TAK il tipo fa fuori palate di patate, tra un morso di hamburger e sorsata da bottiglietta da mezzo litro d’acqua. Il tutto senza preoccuparsi degli sguardi perplessi e divertiti degli altri utenti, sempre molto attenti nell’osservare quello che distoglie dalla monotonia. Mi sono messo anche io in questa categoria ficcanaso.

Manco farlo apposta l’amico era pure con la camicia mezza sbottonata e fisico decisamente poco atletico. Mettiamo che era senza capelli e lucido in testa? Mettiamolo. Due ragazzi si danno una gomitata e ridono facendo finta di guardare altro. L’umana malignità non ne può fare a meno. Una bella ragazza con le Converse bianchissime nuove di pacca e giacca di pelle e borchie ( parliamo un po’ di storia del rock and roll baby, vediamo che ne sai, penso io con saccenza) fa una smorfia. Ma…

…ma in fondo chi se le fa se le suona.

Arrivati a una stazione più grande delle altre, si alza e elimina con una manata le briciole dalle braghe. Per terra una strage di briciole e resti di cibaria. Pulita delle manone a forma di pala sui sedili del treno, butta i resti degli incarti del piccolo porta rifiuti del treno, mezzo rutto poco soffocato, ondeggia, si tiene con le mani unte sui sedili verso l’uscita, scende, adios. Come Pollicino una scia di briciole.

L’aroma di unto/fritto rimane fino alla fine del viaggetto. Ma davvero l’uomo moderno ha tanta fame? Servono porzioni giganti e mangiate al limite della follia nel paese della dieta mediterranea che ha il 10% di abitanti obesi? Mah, ragioniamoci sopra…anche oggi è andata.

Annunci

11 pensieri su “UNA MANGIATA IN TRENO

  1. Il cibo può avere un sacco di funzioni, anche consolatorie, é per questo che mangiamo troppo e male. Io sono da molti anni attenta a ciò che mangio, giada ragazzina non andavo nei fast food perché ci tenevo alla linea, eppure nei periodi di maggiore stress finisco per mangiare troppo e male, cerco di dare un lieto fine alla giornata così

    Piace a 2 people

    1. Il cibo in più di quello che ci serve per la sopravvivenza finisce tutto in lardo purtroppo. È il più grande consolatore dell’insoddisfazione. E il cibo spazzatura non aiuta soprattutto perché costa poco, un pacco di merendine al discount anche meno di 1 euro, non porta nessun vantaggio anzi aumenta il senso depressivo 😑

      Piace a 2 people

    1. Logico Annamaria. Il problema è che le schifezze costano poco e robe salutari i bambini non le mangiano volentieri. Ogni tanto fanno “frutta a scuola” e corsi di buona alimentazione ma con scarsi risultati da quel che vedo

      Mi piace

      1. È vero che i ragazzi sono più attratti delle schifezze ma è anche questione di abitudine. Mettere nello zaino del figlio un pezzo di schiacciata, invece che i pezzettini di salame confezionato è più salutare e anche più economico

        Piace a 2 people

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...