AMICIZIA SU UN FIUME IN PRIMAVERA

Amicizia e bella gioia .

Le cose succedono perché le facciamo capitare. Oggi pomeriggio, dopo scuola, sono andato a fare un giro dalle parti di Treviso in compagnia di una mia collega molto bellina e gentile. Dovevamo andare a vedere il fiume Sile. La ragazza che si era fatta male ad un ginocchio, non poteva camminare troppo però lo ha fatto, ha camminato quasi come una gazzella, soffrendo, per l’armonia e l’empatia del momento che lei voleva vivere e della compagnia che si era scelta.

Ci sono delle persone, nonostante questo mondo sembra più fatto per i furbi, che trovano e hanno la fortuna di conoscere per motivi vari ed empatici belle persone, con il bello interiore, nel cuore, nella mente, di far nascere una bella amicizia, senza che debba diventare niente di tale. Anche se lo vorrebbero.

Il fiume Sile scorre lento, sulle sue acque ci sono i fiori del pioppo. Tu ora sei dall’altra parte, accanto al fiume e accarezzi la superficie bagnandoti le dita capricciosa, ad ascoltare, contestare, essere viva e presente. Grazie!

La gioia del lavoro in comune, permette ogni tanto momenti meravigliosi.

Poi tutto si ferma e finisce. Come i fiori del ciliegio, come il Sakura.

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

2 thoughts on “AMICIZIA SU UN FIUME IN PRIMAVERA

Rispondi