Il ponte è finito, un lungo ponte in questo caso, non succede spesso, questa volta ci era andata bene. Ricordo come se parlassimo del secolo scorso, il giorno di inizio di sta cuccagna, ovvero 11 giorni fa. Baci ed abbracci alle colleghe maestrine, io vado a Siviglia, io vado in Colombia, io vado ad Amsterdam e tu? Io..beh non so, vedremo, non ho programmato nulla.

Questo il dramma di avere tanto tempo libero a disposizione e di avere una cinquantina di idee senza niente in verità di pratico ma….

Ma non è bello sognare la libertà più di averla? Non insegna il Sabato del villaggio di Leopardi che è meglio l’attesa della festa che la festa stessa? E così è ovviamente avvenuto, senza misericordia, vero come il sole a mezzogiorno a luglio che al 98% dei casi è caldo. Il tempo è passato, i giorni sono trascorsi più o meno discretamente, un breve viaggetto lo si è fatto, ma sciacquetta, domani si torna sull’amato treno a sentire cosa raccontano i cari studenti e poi rivederere le solite facce di cui si era fatto volentieri a meno di vedere.

La libertà è solo una meravigliosa utopia, buona quando non puoi averla. Buona per chi ha le idee chiare e sa quello che vuole. Per gli altri, io per primo, aria fritta.

Forza, il viaggio ritorna, ma non quello giusto…

Annunci

17 pensieri su “FINE DELLE VACANZE E UTOPIA DELLA LIBERTA’

  1. Quando si parte non debbono esserci aspettative. Mai. Altrimenti come sentirsi liberi se già si pensa a come potranno essere le nostre ferie? Partire e godersi il tempo a disposizione. Unica cosa da fare. Allora sì che ci si gode la vacanze. Ciao, piacere d’averti conosciuto. Isabella

    Mi piace

    1. La faccenda non è tanto il partire o non partire, quanto l’idea del fare quando non hai il tempo materiale per farlo. Quando sei libero di fare quello che vuoi a non poche persone manca l’adrenalina dell’azione e tutto finisce nell’apatia. Un saluto Isabella. Alberto

      Piace a 1 persona

  2. Libertà non è necessariamente partire fisicamente per un viaggio. Non sempre. Io amo viaggiare in treno, in autobus, in tram. E soprattutto amo viaggiare sulle mie ruote.
    Bentornato e buona Pasqua!
    Vicky

    Mi piace

  3. Non sono molto pratico, chiederò aiuto a mia figlia. Gureschi ha scritto un pezzo sul tempo libero ( 40 anni fa ) strepitoso. vorrei fartelo leggere.
    Il tempo libero è la cosa più importante, l’errore che fanno in molti è quello di pensare che devi fare chi sa cosa, fai solo le cose che ami, leggere, passeggiare, stare con le persone che ami. prenderti cura di te ecc… con me funziona benissimo.

    Piace a 2 people

    1. Grazie tante per aver tirato a citazione il mitico Guareschi che ovviamente dice la pura e santa verità. Il problema sta purtroppo nelle aspettative che uno ai fa nel tempo non libero, nel ovvero volere fare tutto quello che si sogna. Ma tra dire e il fare c’è di mezzo il fare. Ciao!

      Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...