Stella conosce la verità

In un bar fighetto vicino al parco, Stella vestita come se fosse agosto, si arriccia le ciocche bionde ed esclama: ormai conosco la veritá. Io alzo le spalle..

…La veritá cara la mia blondie è che girare in sandali col tacco quasi in novembre mi pare un pò… Ssshhh! Taglia il discorso lei. Non scadere sempre nelle boiate, ho detto che CONOSCO LA VERITÁ. Vuoi saperla o vuoi rimanere nella nebbia mentale? Sorrido. Dai, sono tutto orecchi.

Stella fiera si liscia la gonna e dice tronfale DOBBIAMO MORIRE TUTTI! Alzo gli occhi al cielo. E sarebbe questa la veritá? Si, lo è bello mio, per questo bisogna pensare al presente e godercela. Godere, amare, vivere, scopare. Ma con chi se lo merita!

Arriva il cameriere, che la fissava tutto il tempo e penso anche fotografata di nascosto. Lei lo sa e si solleva un pò la gonna mostrando le ginocchia. Una birra, amico! Il cameriere annuisce e dice di si, subito balbettando.

Il pomeriggio si fa presto buio perchè è cambiata l’ora. Per Stella invece è ancora luglio. In tutti i sensi.

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

7 thoughts on “Stella conosce la verità

Rispondi