Stazioni nella nebbia/Railway stations in the mist

Sono sceso in una piccola stazione che a malapena si distingueva nella nebbia. Nella sala di aspetto non c’era nessuno a parte qualche pallida ombra umana che si allontanava velocemente verso chissà quale destino.

La nebbia mi è entrata negli occhi, il bar della stazione ha chiuso i battenti da anni e anni. Saracinesche arrugginite contano il tempo, nessuna insegna dell’ospitalità può consolarmi in questo vuoto. Non conosco più nessuno. Forse non l’ho fatto mai. Quello che si semina si raccoglie.

Un treno rapido taglia la nebbia con le sue luci pallide e subito scompare nel buio, un buio senza speranza.

Quando tutto era chiaro non volevo capire. Ora non serve più capire, non più qui. Non serve capirlo neanche altrove.

Alb 7/1/2020

12 pensieri su “Stazioni nella nebbia/Railway stations in the mist

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...