Chi siamo?

Sale sul treno senza dire nulla.

Occhi di infinito distacco verso tutto e tutti.

Monti innevati stanno all’orizzonte a guardare nascite e morti. Da milioni di anni.

I vitigni gelati e i pioppi con i rami verso il cielo blu polare. Vivono senza chiedere nulla.

Veneto orientale 7/2/20

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

11 thoughts on “Chi siamo?

  1. bello, intimo, il gioco dell’impermanenza dell’uomo e del suo indifferente distacco e l’infinita presenza delle montagne che ci osservano da sempre! lo percepisco e l’ho percepito come vero, reale!

Rispondi