Spettri silvestri / Wild ghosts

Nel bosco invernale senza neve si sentono voci di acque che in spumeggianti cascate portano a valle quello che dovrebbe essere sempre incastonato come una gemma sotto le montagne.

Per la purezza dell’aria tutto il paesaggio appare nella sua interezza come la migliore delle visioni, il panorama che forse tutti vorrebbero vedere, forse non sempre o per sempre. Ma spesso si.

Nello spesso citato crepuscolo, il momento migliore della giornata perché ogni affanno, angoscia, dovere termina, gli spiriti del bosco escono.

Gli spiriti invisibili, tre Amazzoni di una favola solo sognata, intrecciano il filo dell’esistenza, tra l’acqua, l’aria, la luce, il buio, l’ora e il mai più, la vita e la morte.

Gli spiriti che parlano a chi sa prendere questo filo invisibile che lega alla meraviglia del desiderio e dell’amore….

….come non legherà al nulla chi non vuole, non sente, non ama, non sa soffrire per un ideale.

Il cambiamento è sofferenza e dolore.

17/2/2020

Pubblicato da Povertà 🌟 Ricchezza

Sono attratto dalla cultura e dall'underground, Amo in maniera viscerale da sempre la Natura, le favole gotiche, le fiabe crepuscolari, il fantasy, i tramonti, la neve, i fantasmi, le situazioni balorde e divertenti e l'amore, che lo faccio raccontare a personaggi bizzarri inventati, in parte. Loro parlano per me

16 pensieri riguardo “Spettri silvestri / Wild ghosts

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: