Racconti brevi, aforismi, parole strambe @ Rebellion in dreamland

 

Presso il mandorlo fiorito, là sotto la vecchia casa della nostra vecchia via, su quella panchina un pò sgangherata.

Piena di scritte che inneggiavano a tanti ti amo…ti sogno…

Ti amerò per sempre. Sempre e sempre, per sempre, forever.

Con vecchio chiodo storto abbiano scritto i nostri nomi.

Incisi sul ferro. Ferro indistruttibile.

Non si piega. Non si spezza.

I fiori del mandorlo avrebbero dovuto rimanere sempre attaccati ai rami per effondere i profumi.

Messaggi profondi di un’eterna primavera.

Come la primavera, visone, spazio infinito.

Come la giovinezza, strappata, dispersa, abbandonata a distese bianche di fiori di mandorlo portati via da venti.

Bandiere ammainate, pensieri traditi.

 

Alb. 16/3/2021

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

8 thoughts on “Racconti brevi, aforismi, parole strambe @ Rebellion in dreamland

  1. buongiorno 😀 ieri stavo scrivendo un commento sul tuo ultimo racconto e all’improvviso è saltata la pagina e ora mi dice che non è più disponibile.. ti avviso.. giusto per capire se è solo un mio problema o del sito/blog. Buona giornata 🙂

Rispondi