Steffy e la luna/Steffy and the moon (XIX)

Per la povera Stefania sembra non esserci pace. La tremenda quarantena doveva durare ben meno di quaranta giorni, secondo le sue numerose riflessioni e in base a quello che le avevano assicurato i suoi “amici” fidatissimi. Sai, quando dai fiducia al prossimo, ti aspetti di non sbagliare, di essere sicura che…

….Steffy si è fidata come sempre delle persone sbagliate. Un’altra pedata nel sedere e questa volta se lo sente meritato. Il suo esagerato EGO può andare anche a farsi friggere, il suo fidato intuito nello sgamare tutti i personaggi con cui ha..ha avuto a che fare, ormai sembra tramontato…

…ma chi pensa di sapere troppo alla fine non sa nulla.

Steffy si aggira come una tigre in gabbia per il suo appartamento, non piccolo, ci possono anche stare quattro persone. Ma per una pantera affamata di vita e non solo di quello, stare da più di un mese, eccetto quella malefica spesa e quelle malefiche file, maschere, guanti e un diavolo per capello, ha veramente rotto…

…..e non si vede ancora nessuna vera soluzione in vista. La pandemia non cala granchè, era cominciato a fine febbraio, siamo già a metà aprile.

La ragazza vede passare anche questa giornata. Oggi era davvero freddo, ieri era dannatamente caldo. Arriva il tramonto, il crepuscolo, il buio e le stelle della notte. Oggi c’era il vento quindi si vedono limpide le stelle, come diamanti nel cielo e la luna. Era molto splendida in questo tempo, non lo aveva mai vista così nitida.

Sarà frutto del mancato inquinamento? Pensa a voce alta sedendosi sul letto davanti la finestra. Spegne tutte le luci, anche i cellulari, tablet, computer e ogni fottuta diavoleria elettronica che possa disturbarla.

Il bel viso è illuminato, spettrale e bianco come un fantasma. Si mette nella posizione del Loto(ah, le posizioni, certe posizioni…cancella subito questo pensiero non indispensabile nè usabile).

Come sotto ipnosi rimane imbambolata a guardare il chiarore lunare, le fanno quasi male gli occhi. Quale sarà il futuro…cosa ci aspetta…mmh cosa MI aspetta, gli altri si friggano. Pensa che potrebbe fare un fioretto…magari decidere di SPOSARSI o di convivere, che cavolo serve sposarsi nel XXI secolo….

….non ho neanche 30 anni, potrei fare la mamma…mettere al mondo un paio di ragazzini o ragazzine. Potrei essere una brava mammina…

Improvvisamente alla Steffy riemergono in mente tutte le parole di fuoco che ha sempre rivolto alle mammine e alle sue amiche…ex amiche morosate, fidanzatissime. Piene di corna, sicuramente, dice con sorriso perfido.

Basta cosí, dice dandosi un pugno in testa. La luna scompare dietro una nuvola e la stanza si fa buia pesta.

Chiacchiere, parole, vita, sex and love. Prende il suo caro cellulare, quello da gran figa e lo accende. Vede due chiamate del Piero, lo gnoccon e anche da Alex, quello col Merc sportivissimo. Gli occhi le lampeggiano.

Ovviamente aspetta che siano gli altri a chiamarla, se no che principessa stronzetta sarebbe? Steffy is magic!

Albert 14/4/2020

14 pensieri su “Steffy e la luna/Steffy and the moon (XIX)

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...