Steffy, cosa facciamo? Usciamo! / Steffy, let’s go out! (XX)

La selvatica e tenebrosa Steffy, dopo avere brontolato ed essersi lagnata su tutto e tutti per un mese e mezzo è da un qualche tempo…mezza giornata circa, stranamente quieta e tranquilla.

Dopo avere provato tutte le tattiche di rilassamento presenti su Youtube, chat semi erotiche con i suoi due compagnoni di fiducia, a dire il vero il secondo l’ha messo in fuga e bloccato perchè voleva vedere troppo senza avere troppi requisiti, dopo avere provato vari cockails, birre, vini pregiati ed essersi accorta di non rientrare più nella sua magica taglia 38/40, quindi scoperto di essersi INGRASSATA e di passare a stare in TUTA, ha deciso che andava trovata una soluzione alternativa….

…..alternativa tanto da passare tutta la notte a guardare video di strani motivatori, psicoterapeuti, oratori della pace e soprattutto di quelli che trattavano il tema della felicità. Alla mattina, la Stefania in arte Steffy, dopo avere dormito solo mezz’ora si è svegliata felice come una Pasqua, felicissima, tanto da saltare glù dal letto, dare un calcio alla coperta, il letto lo si può sistemare anche un’altra volta, andare in bagno e fissarsi allo specchio. Roba che aveva evitato da qualche tempo per non vedersi le occhiaie e i capelli ridotti ad una selva spinosa.

Davanti allo specchio si fa dunque un bel sorriso e si mima un bacio. Quindi si abbraccia e, dopo avere messo su musica da night music, una doccia corroborante e una sistemata alla grande. Alla grandissima.

Si veste bene, come se dovesse uscire, un trucco da regina degli aperitivi in bar strafighi, capelli ben piastrati e arricciati, stivali tacco 12 in pelle, quelli che di solito fanno girare parecchie teste ed infine…un occhiolino allo specchio e si botta e risposta, ehy baby sei propio gnocca. Usciamo? Si, figa, usciamo. Dove andiamo? A fare la spesa…

….la spesa. Steffy alza le spalle a sè stessa, prende la giacca in pelle con tanto di borchie, non che ami il rock duro, ma fa figo e fa per uscire.

Ma la disattenzione e la non più abitudine ai tacchi alti giocano un brutto scherzo alla rognosa Stefania. Mette i piedi in fallo e cade sulle chiappe di peso sbattendo la sua riflessiva zucca su una sedia. Passato il momento di stupore inizia un concerto di insulti e parolacce di bassa lega, degna di un maschiaccio più che di una gran dama, come pensa e dice di essere.

E caviglia dolorante. Via, niente. Con un gesto di rabbia si leva dolorante gli stivali e li lancia lontano, fanculo! Poi si leva gli abiti da regina degli aperitivi, zoppica verso il bagno e si strucca rabbiosamente. All’inferno Youtube, al diavolo i divulgatori di felicità, tutto sto casino per andare a fare la spesa…al diavolo…al diavolo…

…..AL DIAVOLO TUTTO, CAZZAROLA!!

Tornata al consueto abbigliamento domestico, con del ghiaccio sopra la testa dolorante, sfoga tutto il suo malcontento con i suoi amici di turno, che è questo, quello, che è così, che è cosà, che siamo fregati e…CAZZAROLA!

Ma chi cambia la strada nuova per tornare alla vecchia…ocio!

Albert 17/4/2020

17 pensieri su “Steffy, cosa facciamo? Usciamo! / Steffy, let’s go out! (XX)

      1. Fine, I suppose. Tired, looking forward to some normality, I’m not asking everything back—unlike Stefy—but the liberty to see some loved ones.
        Then just going forward as best as we can. Ideally, without the useless political chattering of our “leaders.”

        Piace a 1 persona

      2. Whether it will end soon doesn’t depend on leaders, unfortunately. The virus didn’t have political affiliation, didn’t care whether a country was the leader of the world or a godforsaken one. A big leveling virus. Too early to count the losses, and to take stock of who led and who didn’t.
        History will tell.

        Piace a 1 persona

  1. Per iniziare dall’inizio … che è lo stesso, come dover rimanere nella stanza dopo un lungo processo di trucco. Cose da donna, bella storia e tanto divertimento perché la tua eroina è una donna molto originale.
    Mi è piaciuta la tua storia.
    abbracci
    Manuel

    Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...