Primavera/Springtime

Se mi aspetti ancora cinque minuti ti darò il più bel tesoro che tu possa sognare. Va bene, cinque minuti.

L’aria del mattino era gelida come fosse pieno inverno, nonostante aprile inoltrato. Sulle vette più alte brillava ancora la neve, allungando le mani sembrava potessi toccarla

Attorno i prati, induriti dal gelo, cominciavano a coprirsi di piccoli timidi fiori. Dal bosco si sentiva il canto degli uccelli e quel meraviglioso profumo di resina che rende tutto vitale, pulsante, magico.

Non c’era nessuno in giro a parte quella voce che mi diceva di aspettare. La natura montana attorno dava carica, energia, voglia di saltare, gridare, amare.

Insomma mi dai questo tesoro?

La voce tornò ed aveva la voce del vento e profumo di fiori. Leggera come nuvole, misteriosa come il fitto dei boschi.

…..Il tesoro che ti darò è il più grande di tutti, sussurrò, si chiama…

…Libertà!

A. 20/4/2020

Pubblicato da Povertà 🌟 Ricchezza

Sono attratto dalla cultura e dall'underground, Amo in maniera viscerale da sempre la Natura, le favole gotiche, le fiabe crepuscolari, il fantasy, i tramonti, la neve, i fantasmi, le situazioni balorde e divertenti e l'amore, che lo faccio raccontare a personaggi bizzarri inventati, in parte. Loro parlano per me

17 pensieri riguardo “Primavera/Springtime

Rispondi a Una mirada... Cancella risposta

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: