Viaggi astrali extracorporei, come si fanno? Astral projection, how to do them?

Esperienza personale.

A volte capitano delle cose molto strane apparentemente inspiegabili e lo sono. Parlo dei cosiddetti viaggi astrali, ovvero di vedere dei luoghi remoti dei propri ricordi oppure il luogo in cui ci troviamo in un’altra prospettiva, ovvero dall’alto o di lato. Di essere in un luogo distante centinaia di Km o in un’altra epoca della nostra vita rimanendo perfettamente seduti o distesi nel posto in cui ci troviamo. Solitamente in un momento ben specifico, nel dormiveglia o nel limbo del sonno leggero, quando tutto appare confuso, la mente si fa leggera e un punto prima indistinto, poi sempre più netto dello spazio ci appare davanti agli occhi e…

…e si sa, non lo so come, ma si sa che non è un sogno. La proiezione di un luogo nitido, in un tempo anche non specificato del tempo e della storia ci appare come fosse un film, ma la consistenza è ben più reale. E si comincia a viaggiare e vedere aspetti dello spazio/immagine presente nella mente e a vedere. Vedere cose che non ci si poteva assolutamente ricordare, oppure perfettamente inedite. Le esperienze extracorporee o viaggi astrali, se si riesce a raggiungere lo stato di quiete e trance per accedervi, sono molto interessanti e probabilmente pericolosi in caso di non ritorno, ma quando praticavo…quando mi riusciva di farli, non mi ponevo il problema. Sarà incoscienza, ma il mistero affascina, se no che mistero sarebbe?

COME SI FA? In pratica non è molto difficile. A me riuscivano bene in treno, nel pendolarismo canaglia. Nel tran tran del convoglio, sentivo che mi stavo assopendo e sapevo che avrei potuto farmi un “viaggio” con la mente. Non so perchè sapevo, certe cose non hanno spiegazioni logiche. Quando sentivo che stavo perdendo conoscenza mi fissavo su un luogo e mi dicevo “voglio andare qua a vedere”. E, sentendomi incosciente, ma ben consapevole di dove ero fisicamente, l’immagine da sfocata diventava più chiara. Quindi andavo a guardarmi in giro per stanze, scalinate, ambienti vuoti scovando anche particolari inediti. Case che non esistevano più da tanti anni.

Il viaggio durava una decina di minuti, poi qualche rumore mi riportava indietro e tornavo alla realtà. Conservando però le immagini strabilianti che avevo osservato e che ricordo ancora bene.

Adesso è un pò di tempo che non ci provo più, spero di fare un pò di pratica. A chi non avesse mai provato oppure lo ha provato ma non se ne è accorto scambiandolo per un sogno, consiglio di approfondire l’argomento.

Albert 3/9/2020

Pubblicato da Povertà 🌟 Ricchezza

Sono attratto dalla cultura e dall'underground, Amo in maniera viscerale da sempre la Natura, le favole gotiche, le fiabe crepuscolari, il fantasy, i tramonti, la neve, i fantasmi, le situazioni balorde e divertenti e l'amore, che lo faccio raccontare a personaggi bizzarri inventati, in parte. Loro parlano per me

22 pensieri riguardo “Viaggi astrali extracorporei, come si fanno? Astral projection, how to do them?

      1. Se capitano quando ti addormenti E durante questo sogno di cui fai esperienza praticamente ti trovi in posti diversi da quello in cui sei, che puoi visitare con attenzione e riportarne il ricordo da Sveglio, allora è un sogno lucido.

        Il viaggio astrale è quando ti stacchi dal tuo corpo, vedi il tuo stesso corpo fermo nel punto dove l’hai lasciato e ti muovi all’interno del posto in cui sei.

        tu dici che ti capita quando sei in treno, Nel vagone dovresti muoverti.

        Poi piano piano, con l’esperienza e puoi allontanarti sempre di più.

        Il sogno lucido non è affatto casuale o meglio può iniziare casualmente così come il viaggio astrale ma è inducibile così come si può imparare a indurre il viaggio astrale

        Piace a 1 persona

    1. Infatti queste sensazioni, che poi sono cose molto più reali di quello che si pensa, accadono per caso, non si programma nulla a parte dopo che ti accorgi che non può essere sempre frutto del caso, un pò come la telepatia. Le sensazioni sono molto belle ma condite sempre con un sottofondo di sbagliare, ovvero di fare cose che non andrebbero fatte e curiosare in cose che non andrebbero curiosate. Infatti mi è stata bloccata questa curiosità andando troppo in là…

      Piace a 1 persona

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: