Racconti brevi @ RIFLESSIONI DI STEFFY @ Avventure di ragazze

 

 

 

DA STEFFY E IL DESERTO DEI TARTARI

Con un ritmico TAC TAC così come TAC TAC fanno le lancette dell’orologio con le braccia di Mickey Mouse sulla parete.

Steffy si mette in punta di piedi e prova una danza tribale…cerca di sentire l’attimo del tempo e dell’azione.

Tempo…tempo…ritmico come un’elettrica danza che passa , come quelli che ballano sulle braci di un fuoco e si accorgono perfettamente del momento in cui vivono perchè sentono l’energia dell’istante.

 

DA STEFFY A MALIBU’

 

Hey man, fammi tua e ti sarò devota finchè morte non ci separi, dice Steffy incontrando Brad Pitt sul boulevard di Malibù.

Lo sai, bello, sono una tua sfegatata ammiratrice fin dai tempi di…

…beh non me lo ricordo

Come mi chiamo? Puoi chiamarmi Steffy, come tutti, facile vero, Brad?

Of course, Steffy. Thank youuuuuu, my darling

E come facciamo a parlarci così bene in inglese? Io son so tanto…

anzi sto parlando solo io, va beh chissenefega, sei rapito dalla luce dei miei occhi vero amore?

Dai miei capelli lucenti? Che galante…anche dal mio fondoschiena?

Eh si, in effetti cerco di tenermi in forma…come dici…le mie bocce?

Ehi, punti subito al sodo vero caro Bred? 

 

DA STEFFY E I GIRASOLI

 

…a guardare le case coloniche e i campi arsi dal sole di ottobre ancora caldo…niente male.

E i girasoli, strano, pensava Steffy abbassando il volume della radio per non apparire la solita cafona di città maleducata (quello che sei, dolcezza, rassegnati).

Steffy rimane ferma tra i girasoli e li accarezza con le sue mani vellutate e…

ricorda…ricorda…ricorda…la parte innocente della vita, quando non si perdeva in inutili cavolate frivole e tutto era puro…puro, purezza, immacolato, bimba, bimba timida.

DA STEFFY TOP GIRL

 

Taaac straccc, belin belella la vita è bella, così la va cara Stefania ingenuotta provinciale, ma non è quello a cui ambisci?

Farti ammirare? Ammiratemi, ragazzi, sono la vostra bonazza e….e……ocio…solo guardare e sei vali la pena anche toccare, ma…

…vali la pena?

OCIO, SPALANCA LE ORECCHIE, SFIORIRAI e diventerai cadente e tutt’altro che TOP.

Sveglia, SVEGLIA SVEGLIA SVEGLIA il tempo vola e le occasioni si perdono, STEFANIA SVEGLIATI!

Ancora una volta per la povera Steffy la strada risultava essere tutta in salita.

 

 

STEFFY E IL MARE

 

Lei, Steffy è una ragazza molto piacente e ben tenuta. Quindi…

…quindi tanto offro tanto pretendo. Se no, si può ricorrere nel sistema “PROMETTERE UNA MONTAGNA DI BALLE”.

Funziona sempre e se poi il ciccio si arrabbia, beh affaracci suoi. Morto un papa se ne fa un altro.

Steffy ama stare da sola, guarda il mare del tardo pomeriggio si appoggia su una balaustra, il vento che viene da ovest la investe quasi volere portarla via.

E’ leggera, si tiene il cappello con le mani.

Le gocce del mare che si infrange sugli scogli la investe, chiude gli occhi, sogna, si lascia prendere la trance della pace del luogo…

…riflette su se stessa un pò.

Un pò soltanto, fa bene riflettere che la cuccagna non durerà per sempre.

Le donne sfioriscono come i fiori, non sono più attraenti…lo sono in maniera diversa. Che strana la vita e…

…e un’onda più alta delle altre sbatte sugli scogli, li scavalca e la bagna da testa ai piedi…

 

DA STEFFY RIFLETTE IN UN POMERIGGIO DI SOLE

Sposami, Stefania! Steffy prego!

Ah si, Steffy, scusa. Sposami, sarai la mia regina e io il tuo re.

Steffy pensa e ripensa a queste parole fissandosi le gambe affusolate e perfettamente depilate, lisce come la carta velina, perfette.

A certe cose meglio non rinunciare. Mi sposerei in punto di morte?

Ma che cavolo sto pensando, dice a voce alta dandosi un pugno in testa. Scema. Non mi sposerò mai e giammai!

Perchè non mi chiami mai Stef? Io? Se no che principessa stronzetta sarei?

 

Steffy is magic not stupid!

Albert 3/1/2021

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali, dal disagio sociale e la tematica giovanile. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, scrivere qualche riga qua e là su temi giovanili, personaggi femminili tragicomici e un po vintage, perchè mi piace così. Ad maiora

Rispondi