CI SAREMO ANCORA E ANCORA @ PENSIERO PER UN AMICO CHE NON C’E’ PIU’

 

Il pomeriggio era diventato buio, vento insidioso, era primavera. Poi era arrivata la pioggia, gocce sempre più grandi e grandi.

Noi, il gruppo di noi amici correvamo a ripararci, il nostro solito bar era davanti a noi, la figura di riferimento era ferma sulla porta con le mani incrociate. Quasi ad attenderci.

Il nostro caro posto dove ci sentivamo al sicuro e c’erano tutti, tutti noi di quel tempo, di quella primavera lontana.

E Stella e Francesco detto Checco, Katia, Piero, Valentina, Michela detta Toffee. Ci eravamo guardati ansimanti, togliendoci le gocce di pioggia dal viso, dagli occhi. Noi eravamo tutti, ma non eravamo sicuri.

I nostri occhi erano smarriti, ci guardavamo in giro e tra di noi con mille domande. Domande senza risposte.

ANDREA NON TORNERA’ PIU’

Ogni tanto passava un ragazzo di quinta, un certo Andrea, un ragazzo molto caro, buono, mite, sempre disponibile rispetto a noi, pronti più alla polemica che al dialogo pacifico.

Doveva venire anche lui, ma da un pò di tempo non si era fatto vedere neanche a scuola.

Dov’è Andrea? Che fine ha fatto? Ci chiedevamo con uno strano presagio.

Stella sapeva, le voci erano girate in maniera sotterranea, in qualche modo aveva saputo.

Andrea non verrà più, mai più.

Dentro di voi, nell’angolo più dolce e profondo del vostro cuore lo porterete per sempre.

Per sempre, perchè chi dona dolcezza, arte, comprensione, amicizia, empatia non può morire. 

 

Al caro Filippo, non ti ho mai conosciuto dal vero, ma le parole che ci siamo scambiati valevano come gli incontri più belli.

Quelli che non avverranno mai.

Albert, 17 aprile 2021

 

http:/https://www.youtube.com/watch?v=rMMv-ODxSyY

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, incontrare, amare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, cantare per la gioia dei vicini e scrivere qualche riga qua e là. Perchè scrivere crea emozione e spero anche la dia anche all'errante approdatore di questo spazio. Ad maiora

20 thoughts on “CI SAREMO ANCORA E ANCORA @ PENSIERO PER UN AMICO CHE NON C’E’ PIU’

    1. Davvero Ettore, avevo uno strano presagio leggendo i blog che seguo con più fedeltà. E tutti portavano ad una sola risposta, quella che non si vorrebbe leggere. L’ho voluto ricordare così, gli sarebbe piaciuto così

  1. Nel percorso blog ho perso tre amici, mai incontrati fisicamente, ma profondamente legati…li ricordo sempre. Di uno conservo tutte le sue risposte ai miei post e ai suoi post.
    Bello il tuo pensiero.

    1. Grazie Fulvia. Era davvero una persona speciale, pur non avendolo mai visto ma sapeva capire e vedere cose umane negli articoli che io non avevo colto neanche alla lontana. Viene spesso a pensare a lui come la perdita di un amico vero, più di altri reali, presunti tali

Rispondi