BRUTTISSIMI VOTI A SCUOLA PER LA NOSTRA TOFFEE @ Drammi scolastici di ragazzi di fine anni 80

BRUTTI VOTI A SCUOLA PER LA NOSTRA TOFFEE

Il secondo quadrimestre non era stato granchè per Michelina, i voti erano mediocri. In latino aveva un 4 da recuperare, in geometria un altro 4. Greco 5.

Ormai maggio era arrivato, il tempo era poco, gli ESAMI erano quasi serviti, forse TRE ESAMI? Forse la bocciatura?

Le consiglio di studiare, signorina, i suoi voti non sono buoni, studi finchè è in tempo. La prof dà buoni consigli, Michy annuisce maledicendola.

Michy, la nostra Toffee, camminava verso casa con le mani in tasca e lo zaino appoggiato ad una spalla con aria mogia. Aveva le cuffie collegate al walkman sul capo, Vasco cantava…

C’è chi dice no, io non mi muovo…non ci sono…tanta gente è convinta che ci sia nell’aldilà…qualche cosa chissà…

Un’altra mattinaccia per colpa di quella stupida compagna di classe, quella maledetta stronza aveva preso 9 in latino solo perchè era amica di quelli che contano, dei potenti…

…di quelli che girano le ruote della società e del mondo coi soldi, col potere e gli altri…amici di nessuno…subire.

La plebaglia dei giardinetti, la compagnia degli sfigati, dei perdenti, di quelli del bar Stella, dei fumatori, beoni, forse di fanno di canne. Questo si diceva. Balle. In parte

Quella maledetta Erika l’aveva guardata con un sorrso beffardo e le aveva fatto l’occhiolino indicando il fottuto 9 sul compito di Tacito. Il prossimo anno di nuovo in IV B eh, cara Michelina?

Tuo padre te le suonerà, passerai l’estate chiusa in camera. L’aveva anche presa in giro, perchè, cosa le aveva fatto?

Hai scritto sui muri del cesso Erika se la fa con tutti e altre amenità. Un pò te la sei cercata, Toffee…Toffee..

TANTA GENTE E’ CONVINTA CHE CI SIA NELL’ALDILA’ QUALCHE COSA CHI SA?

 

MICHELA LA TOFFEE VA A CASA E LE PRENDE

Mani intasca su per le scale di casa, chiave dentro la toppa dell’appartamento, via le cuffie, zaino di scuola, Invicta pieno di scritte, VASCO TI AMO, preso per l’anello.

Entra in silenzio, SONO io, detto a filo di voce e la mamma seduta sulla sedia della cucina, ciao Michela, tutto bene a scuola?

Eh certo, pensa la Toffee con un brivido di rabbia, non chiedono neanche come sto, come mi sento, cosa provo, cosa penso, cosa voglio, se mi amano, se mi…se… se ne FREGANO di me…

A scuola, mamma? Si, borbotta alzando le spalle, tutto abbastanza bene. E’ la verità figlia? Michy sente l’incazzatura salirle come lava vulcanica.

Si…la verità. Lasciami in pace mamma, non ho voglia di parlare di queste menate, sono stanca.

La mamma sospira e si mette una mano sulla fronte, BRUTTO SEGNO.

Ha telefonato la professoressa e ha detto…questo e quell’altro, Michela. NON VA BENE! Detto in un urlo.

NON VA BENE! Michelina capisce che la prof maledetta ha spifferato tutto, lo aveva minacciato, ma non le aveva dato peso. Ha chiamato, ha osato fare la spia. 

Non è vero, non è vero niente, quella stronza ce l’ha con me, ho preso solo un brutto voto e comunque non doveva farsi i cavoli. miei, quella stronza e tu…tu…

Sua madre va verso di lei come una furia, Michy indietreggia, parte una sberla, arrivata in pieno e poi un’altra. Ti taglio quella lingua da vipera se non la smetti di dire quelle oscenità.

E sbamm, la ragazza si piega in due e sente arrivarle altri colpi sul capo.

Il walkman le cade dalla tasca, la scritta VASCO TI AMO sullo zaino quasi lampeggia offuscato dagli occhi pieni di lacrime.

Ma Vasco non viene a salvarla dalla giustizia materna, dalla correzione dei sedicenni prima che sia troppo tardi, la correzione a sberle?

Lo hanno fatto in tanti, le hanno prese in tante, PRENDI LA PAGA, PRENDI LA TUA DOSE DIDATTICA, Toffee.

Mentre le prendeva aveva contemplato la porta e la possibile fuga da casa dopo avere lanciato lo zaino di scuola contro sua madre, ma non era successo niente, non ne aveva avuto il coraggio. 

MICHELA SEI VIGLIACCA E CODARDA! BULLA SOLO CON I DEBOLI

 

LA TOFFEE RICORDA AMAREZZE MENTRE SUA MADRE LA BASTONA

Le era venuto in mente Piero, il suo compare di bagordi un pomeriggio durante una lite per stupidi motivi.

Sei una vigliacca Michela, sei codarda. Solo brava a fare la bulla con i deboli, ma troverai chi te le suonerà e ti vedrai per quello che sei, Michy sei una stronza fallita.

Quel ricordo l’aveva fatta piangere ancora di più.

Non per sua madre, non per la scuola…

…ma per la meschinità diabolica della verità.

 

Albert 29/4/2021

http:/https://www.youtube.com/watch?v=cxrdlAbinyk http:/https://www.youtube.com/watch?v=wFw9pShLxOY

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali, dal disagio sociale e la tematica giovanile. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, scrivere qualche riga qua e là su temi giovanili, personaggi femminili tragicomici e un po vintage, perchè mi piace così. Ad maiora

44 thoughts on “BRUTTISSIMI VOTI A SCUOLA PER LA NOSTRA TOFFEE @ Drammi scolastici di ragazzi di fine anni 80

  1. Certe sberle….mia madre era forte con i rovesci! Ma non per la scuola, mai avuti problemi, per la mia anarchia pura! Certe zuffe!

        1. 🤣🤣🤣🤣🤣🤣….io due paroline a quella mia d’italiano gliele direi ben volentieri. Non so che fine a fatto però

        2. Seeeeeee…..da noi comitato studentesco, occupazioni… abbiamo fatto un sacco di cose. Da lì ho iniziato.

        3. Ma noi eravamo città di confine con scontri etnici qualche km dopo cominciava la Jugoslavia comunista, dura e pura. I fasci ci marciavano sopra alla grande n veste anticomunista è come ultimo baluardo di civiltà prima della barbarie rossa. Difficile da capire se non eri confinario con la cortina di ferro cara Kompa

  2. non mi esprimo sulla storia perchè già sai però.. Mary è stato un colpo.. un aggancio ai ricordi allucinante….

    1. Ti dirò che considero Mary un pezzo molto riflessivo, un testo vero e drammatico su un tappeto sonoro, non sono un amante del rap e similia, ma ci sta bene. La voce narrante, cantata anche. La storia che ho scritto sopra, sulla povera Michelina l’ho molto sentita vera e reale, come se l’avessi vissuta sul momento, considero questo testo sulla Toffee uno delle migliori storie che ho pubblicato

      1. ed è così Albert.. la canzone merita.. merita eccome ☺
        per il resto.. lieta di sentire il tuo legame con la storia 🙂

        1. Ahahah, magari sarà quella che non se la filerà nessuno a parte gli affezionati. I disegni sono molto belli, lo ho scelti dopo lunga ricerca perchè dovevano rispecchiare quello che pensavo

        2. nooooo! come non se la fila nessuno! qua siamo affezionati a tutti! :-p

        3. Il mio lavoro 😊 aw.. mi viene un suono del genere.. accompagnato da un’espressione che non vedrai, purtroppo 😊

        4. Mi piace leggere articolo di psycho, roba anche da studio dentistico, tipo Riza di quel Morelli e company. Parla solo di donne casalinghe frustrate, penso sia solo un…giornale da attesa da parrucchiera. Se sbaglio cancello e mi rimangio tutto 🙂

        5. Finalmente qualcuno che dice una cosa saggia ahahahah Morelli è da denuncia e Riza il male proprio 😂 grazie!!!

  3. E’ divertente come leggere non so, Topolino. Affronta temi drammatici con una leggerezza del tipo, suvvia, pensa positivo e tutto si raddrizza 😉 O i suoi monologhi su Youtube…non dice nulla di pratico. Però ha legioni di donne adoranti. Armani Armani A…A…Armani Versace Cinque. Intramezzo di Paninaro dei Pet S’ Boys 🙂

    1. Ahahahaha per non parlare del misto tra fitoterapia e psicoterapia che x carità.. la fitoterapia va benissimo ma va distinta dalla psicoterapia cavolo!
      X il resto .. ho visto ragazze in terapia dire di voler fare le psicologhe solo perché Morelli è bello😂🤦‍♀️🤦‍♀️🤦‍♀️ paninaro!😂

        1. Ahahahahahaha . non è affare mio fare questioni di bellezza o bruttezza (che poi non faccia x me, come uomo 😂 è altro discorso) ma .. mi rode vedere gettata così la psy.. abbiamo così tanta storia e battaglie alle spalle.. immagina tu che stress quando leggo “zenzero e cannella contro l’ansia e lo stress”.. “fatti desiderare, così conquisterai il narcisista covert”… aiuto!!!!😂

        2. Dice anche se ti prende un attacco di panico, accettalo, abbraccialo, amalo. Probabilmente sarà così ma sotto la didascalia ho letto svariati insulti (tutti maschili)

        3. Bravissimo!!!! Il panico si accoglie esatto 😂😂😂 è qui x dirti qualcosa e bla bla bla ahahahahaha stasera mi hai fatto ridere co sta cosa di Morelli 😂

Rispondi