LE FESTE DEI TEENAGER A CASA

LE FESTE DEI TEENAGER A CASA

LE FESTE DEI TEENAGER A CASALE FESTE DEI TEENAGER A CASA

C’erano e ci sono anche oggi, le feste a casa. In maniera diversa ma ci sono ancora però. I teenager le fanno ancora? Chi lo sa, ma un tempo andava circa così. Circa.

Ogni vissuto è diverso.

Le pareti della stanza erano coperte con carta da parati perlopiù a disegni geometrici o a fiori come dettava la tendenza di allora.

Qualche sedia e un paio di mobili schiacciati contro il muro per creare più spazio al centro, completavano la coreografia.

Si ballava al suono di giradischi, il braccio andava e chiudeva i lati A e B degli LP. Se il disco era a 45 giri la musica finiva prima. Ogni cosa, attimo ha il suo tempo.

Le mani di lei cingevano il collo di lui e quelle di lui si appoggiavano morbidamente sui fianchi di lei ma a volte scivolavano un poco più in basso e nessuna se ne lagnava poi più di tanto.

I balli lenti ovviamente duravano tanto anche perchè la percezione del tempo era diversa. Lenta lenta…la lentezza era a nostro vantaggio.


Ci si teneva stretti stretti, la guancia premuta sulla guancia dell’altro, con lo strofinio del corpo appena percettibile, palpabile…individuabile.


Luci soffuse ( ogni tanto qualche “sfacciato” le spegneva), illuminavano e scaldavano gli ingenui amori appena nati.

E sul più bello, proprio nel momento in cui le bocche pericolosamente vicine stavano finalmente per baciarsi, arrivava la mamma di chi aveva organizzato la festicciola, con le aranciate, i panini e i pasticcini.

L’alcol era nel mobile bar del padre del padrone di casa, i più fighetti si facevano un bicchierino di qualche orribile intruglio per essere più coraggiosi.

IL VISO ARROSSATO, LE EMOZIONI DI UN ISTANTE

Il viso arrossato, qualche fronte imperlata di sudore, qualche camicia stropicciata dai focosi abbracci, ero lo scenario che si apriva.

Che botte di adrenalina…il tempo misura la giusta adrenalina del corpo.

Quali sono i migliori anni della tua vita? Quelli che stai vivendo.

A ognuno la sua età dunque e i suoi anni migliori.

 

 

¿Cuál es tu reacción?

Feliz

0

Alegre

0

Da igual

0

Enojo

0

Tristeza

0

Sono un insegnante, attratto dalla cultura e dall'underground urbano e la sua musica, la periferia e le sue sfumature sociali, dal disagio sociale e la tematica giovanile. Amo la Natura, la letteratura del Novecento europeo, le avventure per ragazzi, i tramonti sulle valli e sulle lagune del mare d'inverno, le montagne, la neve, i boschi, il silenzio dove pensare, meditare, suonare e creare musica, collezionare dischi e libri, scrivere qualche riga qua e là su temi giovanili, personaggi femminili tragicomici e un po vintage, perchè mi piace così. Ad maiora

Rispondi